venerdì, novembre 10, 2006

Avviso ai naviganti

Vorrei mandare un messaggio a tutte le single, perché non si dica che non ve l'avevo detto.
Quando deciderete di scegliere un uomo per la vita, assicuratevi che abbia il sonno leggero, comunque più leggero del vostro. Fatene una barriera all'entrata, come, che so, che condivida le vostre idee politiche o che sappia usare i congiuntivi in maniera appropriata.

Perché se, messa su casa e chetato il vostro orologio biologico, vostro figlio vi saltasse nel letto alle 5 del mattino per fare pipì, e poi alle 6 reclamasse a gran voce la colazione, dovete essere certe che qualcun altro oltre a voi possa adempiere a queste sue fastidiose esigenze.

Sul serio, quando vi rendete conto che è uno di quelli che non si svegliano neanche con le cannonate, mollate il colpo e godetevi la vostra sigolitudine. Se non altro, sarete riposate al mattino.

5 commenti:

La Meringa ha detto...

A me, m'ha detto molto cuuulo! Lui si alza sempre, mentre io sono assolutamente impermeabile alle urla notturne! Ora, poi, ho anche provveduto a farmi ingravidare di nuovo, così c'ho anche la scusa! ;-)

Mauro ha detto...

Prova con questo sistema, con mio figlio ha funzionato:
Filippo da sempre dorme nella sua cameretta (mo' c'ha 16 anni, vorrei pure vede'che non lo faccia).

Quando aveva circa 3 anni, avevamo da poco cambiato casa e lui, immancabilmente alle 2,30 di notte si svegliava, si metteva ritto sul lettino e chiamava "mamma, papà".
Alla terza notte ho capito che non era più il caso di alzarsi, visto che con poche parole si chetava subito.
Dal che, all'ora fatidica del suo messaggio di all'erta, io rimanendo a letto dicevo "Filippo, è presto! Giù, nanna" e il pargolo si rimetteva a dormire.
Dopo circa 20 giorni di 'sto rituale una notte alle 2,30 abbiamo sentito il virgulto svegliarsi e dire: "Mamma, papà... presto, giù, nanna".
Non s'è più svegliato la notte, tranne se stava veramente male.
Dici che sarà stata fortuna o condizionamento psicologico????
;-)
Ciao

lu ha detto...

Io c'ho il sonno di piombo, ma come mammasingle non mi è servito un granché ti devo dire.
Così ho fatto quello che tutti i manuali di puericultura paventano come il peggiore errore di tutti gli errori: al secondo risveglio notturno afferravo la pupattola urlante e brancolando nel buio per non svegliarmi troppo me la portavo nel lettone e pace amen.
Non so se ho fatto bene o male, almeno al mattino avevo meno occhiaie e considerato che ora mi trovo di fronte a un'adolescente con tutte le pare delle adolescenti - lettonate o meno da piccole - forse la verità è che i manuali di puericultura non servono a niente se non a complicarci la vita...

giuliana ha detto...

mauro, secondo te non ci ho provato? con nessun effetto, purtroppo...

lu, anch'io non credo molto nei manuali, perciò spero che la fortuna mi assista e che vada tutto bene

Enrico ha detto...

Circa manuali dei perfetti genitori et similia, mi sono fatto la solida opinione che nessuno degli eminenti esperti abbia mai avuto a che fare con bambini reali in carne, ossa e capricci. Studiano su dei Cicciobello. In ogni caso bisognerebbe vietargli di avere dei figli, per il loro bene (dei figli ovviamente..)