martedì, ottobre 21, 2008

Parola del giorno: vendere

Oggi la parola è: vendere.

Vendere un nuovo lavoro

Vendere cara la pelle

Vendere il divano su eBay

Vendere l'anima al diavolo

Vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso

Vendere per un tozzo di pane

Vendere gli abiti smessi

Vendere serenate a casa di suonatori

Vendere frigoriferi al Polo Nord

Vendere i libri dell'università

Vendere fumo

Vendere i giochi che non si usano più

Vendere fuffa

Sapersi vendere

Ecc.

(Tutto ciò solo per ripassare un verbo che mi fa orrore)

9 commenti:

Mammamsterdam ha detto...

Si, fa orrore anche a me. Perché a me piace comprare. E allora entro in un loop da cui non esco facilmente. Cosa mi consigli?

giuliana ha detto...

di diventare amica del direttore della tua banca, in modo che chuda un occhio quando arriva il conto della carta di credito ;)

aiellogianluca ha detto...

Ti ho preso in parola

Maurice ha detto...

Possiamo continuare?
- Vendere frigoriferi al Polo Nord
- Vendere il c...

giuliana ha detto...

certo, certo, continuiamo...

Miriam ha detto...

Vendere la propria immagine..mi viene in mente questo.
Sembra un'espressione così grave, complessa..e invece lo facciamo tutti, nessuno escluso, ogni giorno..

Ari ha detto...

Vendere l'anima. Come fece Faust e anche Totò al Giro d'Italia.
:-)

Igraine ha detto...

E come mai non ti piace Giuliana? Anche a me fa schifo, ma siamo mosche bianche mi sa...
Deduco che non ti occupi di vendite...ahhahha

Igraine

lajules ha detto...

Sara' anche tutto in vendita, ma con la crisi economica nessuno compra piu' niente. Una magra soddisfazione, ma accontentiamoci.