venerdì, ottobre 20, 2006

La tata pavona

E' ufficiale: mio figlio è una star.
Mercoledì è andato alla festa di compleanno di un suo compagno di scuola, da MacDonald's (Bengonzal in gabriellese, come un medicinale), accompagnato dalla tata. La quale ha fatto le presentazioni alle mamme degli altri mostri. Le quali hanno detto tutte, come un sol'uomo: "Ma allora è LUI il mitico Gabriele! I bambini ne parlano sempre!". IL MITICO GABRIELE!!!??? Accidenti, piccolo mio, hai fatto in fretta, non sia mai detto che non sviluppi un'adeguata intelligenza sociale. La tata faceva la ruota.
Poi, ieri pomeriggio, mi chiama - la tata - in ufficio, mentre mi trovavo in una interminabile conference call con un cliente. Normalmente avrei messo giù, ma per le tate vale il principio "no news, good news": se ti chiama, ci sono problemi. Per cui ho risposto, e lei mi ha detto, tutto d'un fiato: "Scusa se ti disturbo, ma ti volevo avvisare che la mamma di Giovanni (un altro amichetto, ndr) si è molto scusata perchè si era dimenticata di invitare Gabriele alla festa di compleanno dei suoi bambini, domani a... (una ludoteca). La festa è domani pomeriggio, se vuoi compro io il regalo, tu devi solo confermare, ti lascio un biglietto con il numero, sempre che tu voglia che io ce lo porti, alla festa....". Che dire? Ho tirato un sospiro di sollievo. La vita mondana di mio figlio, indipendente da me, è iniziata. E io non conosco neanche uno dei suoi amichetti, figuriamoci le mamme.
Per inciso: queste mamme, che da quanto mi dice la tata lavorano tutte, come fanno a partecipare alle feste di compleanno alle 4 del pomeriggio? E sostenere lì lunghe conversazioni tra mamme che lavorano sulla difficoltà di essere una mamma che lavora a Milano?
Ci dev'essere qualche segreto che ancora non ho scoperto, tipo quando hai un'auto da due anni e ti accorgi per caso che c'è un bottone che ti permette di regolare il supporto lombare dei sedili, con grande sollievo per la tua schiena. Solo che le mamme mie amiche, che tendo a considerare prima mie amiche e poi mamme, sono più o meno come me, e manco si sognano di andare da Bengonzal alle 4 di pomeriggio...

2 commenti:

La Meringa ha detto...

Beh,ma la tua tata è fichissima! Che iniziative che prende!!
Piacere di leggerti!
La Meringa

giuliana ha detto...

Sì, è spettacolare! pensa che ha ricamato il nome di gabriele sulle cose da portare a scuola, lo accompagna dal pediatra, e insomma è una vera vicemamma. la amo! :-)
piacere mio, Meringa! a presto, spero!