lunedì, aprile 23, 2007

Legittime violazioni della privacy

Mi è stato consegnato il cellulare aziendale, al quale ho diritto in seguito alla recente (…) promozione. Sapevo che doveva essere un cellulare di qualche collega, ma mi è venuto da ridere quando ho scoperto che ho ereditato nientepopodimenochè il telefonetto di mio marito. Con il faccione del mio bimbo sul display. E la sua rubrica (per questo, mi sono detta, lui sarà contento, visto che non è riuscito a scaricarla tutta sul computer). E… i suoi SMS.

A questo punto, il dubbio: che faccio, li leggo? D’altra parte dovrò pur cancellarli. Certo, leggere i messaggini degli altri, anche (e forse soprattutto) se si tratta di tuo marito, è una cosa ben meschina. Almeno, io non avrei piacere che lui lo facesse. Mica perché chissà che cosa contengono, solo per una questione di privacy. Così come non leggerei mai un diario altrui, un’agenda e quant’altro, come non metterei mai le mani in una borsa che non fosse la mia, e così via.

L’altra cosa era: e se ora scopro che ha un’altra? Se trovo che ha una relazione con la dentista? (Dico per dire, ma insomma la nostra dentista è anche una nostra amica. Giovane giovane, mooolto carina ed estremamente simpatica, è la persona che Alberto frequenta di più dopo di me, e con questo cambio di lavoro forse di più in assoluto). O con una collega? O con una che non conosco? O con UNO??? Io sono della scuola occhio non vede, cuore non duole. Gliel’ho detto fin dall’inizio: se mi fai le corna, tienitelo per te. Perché se ti viene voglia di confessarmelo per scaricarti la coscienza, è giusto che tu sappia che della tua coscienza, a quel punto, non me ne frega proprio niente. Dovevi pensarci prima. Mi metti in condizione di farti trovare le tue cose sul pianerottolo di casa, e con tutto quello che ho da fare è proprio un’occupazione di cui faccio volentieri a meno. Quindi sappilo: non voglio sapere niente, non me ne frega niente delle questioni tipo fiducia tradita e tutto. Con le questioni di principio non si va molto avanti. E perciò: se mi fai le corna tienitelo per te, e fai in modo che io non lo scopra, così tutti amici come prima.

Ciò detto, ecco che leggendo gli SMS del marito una si espone alla più perniciosa delle possibilità: scoprire una relazione saggiamente tenuta nascosta. A quel punto è inevitabile entrare nel trip dell’onore, e sentire di dover lavare l’onta in qualche modo (lo so, in tutto questo discorso non ho menzionato neanche per un attimo il dolore. Non è che non lo abbia presente, ma credo che sia una cosa troppo grande per poterci ragionare in linea teorica). Poi io sono pure meridionale…

Insomma, alla fine l’ho fatto, ho letto e cancellato i suoi messaggi. Non ho trovato niente di compromettente, neanche una timida riga di testo indirizzata alla dentista, non un “micione mio” che mi portasse a credere in un’inaspettata variazione dei gusti sessuali di mio marito. C’erano invece molti messaggi di lavoro, alcuni miei messaggi, annunci di nascite, auguri di Pasqua, cose così.

L’onore è salvo. Vuol dire che i messaggi in cui si pescava nel torbido li ha cancellati?

12 commenti:

Chiara ha detto...

Forse sono semplicistica io o forse farci problemi di privacy ci costerebbe troppa fatica, ma per quanto mi riguarda il mio telefonino, così come l'agenda e il computer, è un territorio assolutamente comune, in cui l'altro può fare e leggere ciò che vuole. Spesso capita che in auto, mentre non ho niente da fare, io mi metta a pulire la memoria degli SMS di Mignolo, che si dimentica di cancellare le cose inutili. E lui mi sta lì di fianco, tutto alla luce del sole.
Certo, se sapessi che lui ha degli spazi a cui tiene, non glieli invaderei. Ma penso che delimitare degli spazi suoi gli costerebbe troppa fatica!
Un bacione
Chiara

Simone ha detto...

A priori, a prescindere dal tradimento, se fossi in te e scoprissi che mio marito (cambiare sesso o non cambiare sesso quando ci si mette nei panni dell'altro sesso?) non solo mi fa le corna, ma è talmente furbo da lasciarne traccia sul portatile aziendale dopo averlo riconsegnato gli farei si trovare le sue cose sul pianerottolo.

Non per le corna, sia chiaro, ma per l'evidente poca furbizia dimostrata...

Credo sarei più infastidita per il non aver riconosciuto la stoltezza di chi mi tengo in casa che preoccupata per l'onore o che altro!

Quello si sarebbe un brutto colpo all'ego! (peggio ci sarebbe solo il trovare che ha un altrO e sentirsi poi dire..."dopo di te meglio passare agli uomini!".

Sisi

giuliana ha detto...

@chiara: in effetti non ci sono separazioni di spazi codificate, a casa nostra. si tratta più che altro di una mia fissa...

@simone: bentornato! sai, la questione dell'onore è annosa e, ritengo, assai complessa. tanto che preferisco metterci sotto tutte le altre considerazioni...

ktilia ha detto...

www.mistressnomore.blogspot.com

self-explanatory.. :)

LA CONIGLIA ha detto...

ah giuly la penso tale e quale a te...occhio non vede cuore non duole...Vero è che la situazione tua era davvero a prova di bomba...
Cavolo come non leggerli? Secondo me hai un tesoro di marito, dammi retta perchè gli uomini son così galletti che il micione mio lo avresti trovato se gli fosse arrivato!!!!

Simone ha detto...

Grazie mille giuliana, da un po' di tempo sono letteralmente sommerso sotto il lavoro e carte di goni tipo (facile del resto in 15 metri di mansardina!) e non ho tempo di fare nulla di niente, è la fine!

A parte questo non metto in dubbio la tua teoria dell'onore, anche se più che meridionale potresti sembrare clanica forse se lo propagandi con tanta veemenza. Insomma spero di non dover mai essere lavato nel sangue di qualche disonore, mettiamola cosi!

Ah, per la cronaca, se una mi scrivesse micione in un messaggio dubito che avrebbe possibilità di mandarmene un altro! Anche lei avrebbe un gusto alquanto discutibile!

Ecco, dopo i miei 47 secondi di pausa torno a finire il mio pezzo noioserrismo su Frege e Russel.

Buon pomeriggio!

pOpale ha detto...

Molto teatrale ricevere il cellulare del proprio compagno, mi hai fatto morire dal ridere.
Hai controllato anche gli MMS? ;)

Apple ha detto...

Ciao.. spero che non ti dispiaccia, se sono passata a dare un' occhiata al tuo blog, ma.. mamma in corriera mi è piaciuto troppo.
Anche il mio ex marito a provato a tenersi per se il suo tradimento, peccato che è stata lei a volersi scaricare la coscienza!!!ed ha ben pensato di farmi sapere il tutto!!! Anche io la pensavo esattamente come te! Occhio non vede.. cuore non duole..
Tuo marito si è comportanto benissimo.. puoi esserne fiera!

Maurice ha detto...

Ffff, mi è andata bene. Hai un marito veramente in gamba: è riuscito a cancellare tutta la nostra corrispondenza!
Scherzi a parte, quando ci si mette sulla strada della gelosia, si sa da dove si parte, ma non si sa dove si arriva.
Un abbraccio.

ruben ha detto...

Un vera e propria scena da Wisteria Lane! E nella fattispecie un tipico comportamento da Lynette Scavo. Ma mi complimento con Lei: io ci averi pensato un attimo, "l'indagine" sarebbe andata in automatico, senza neanche chiedermi perché e per come, quasi per istinto.

ruben ha detto...

PS. volevo dire "NON" ci avrei pesnato un attimo, ovviamente!

giuliana ha detto...

@ simone: buon lavoro e grazie della visita - preziosissima, contando i 47 secondi!

@ ale: lo so, una cosa proprio da serial tv, di quelli in seconda serata su fox. e però è capitato davvero...

@ apple: benvenuta! certo, "l'altra" che si vuole scaricare la coscienza mi sembra francamente esagerato!!!

@ maurice: ecco, vedi che le mie riserve erano giustificate? :D

@ ruben: sono sicura che anche lynette scavo ci avrebbe pensato un po' :)