lunedì, ottobre 22, 2007

Lunedì mattina

Alle 9.45 entra nella stanza uno dei manager. Non è uno che brilla per simpatia, ma tant’è, ognuno ha i manager che si merita. Si avvicina a una delle mie colleghe. Lei di solito è sorridente ed efficiente, sa sempre cosa fare e come farlo, fa trottare i junior senza diventare insopportabile, non perde mai la calma e la lucidità.

Poi però entra lui. La vedo ritirare la testa nelle spalle, sul suo volto dipingersi un’espressione di paura. Lui le rivolge la parola con la malagrazia che gli è propria, lei quasi balbetta. Quando lui le chiede “Che cosa hai scritto?” lei ha lo sguardo smarrito, fa fatica a respirare, mette insieme due o tre cose con difficoltà, evidentemente sta massacrando il suo lavoro delle ultime due settimane.

Lui è implacabile. La cosa veramente sorprendente è che non le sta dicendo di aver fatto un brutto lavoro, al contrario. Sta chiedendo dei chiarimenti e delle integrazioni, ma se lo fa lui suona tutto stonato.

Lei gli risponde ok, lo faccio, ma ancora trema.

Lui esce, con quella che vorrebbe che fosse una battuta, magari per motivarla: “Hai venti minuti. Ce la puoi fare, sì che ce la puoi fare”.

Lui adesso è fuori, lei ha ripreso a respirare.

Ecco, a me, che una signora di quarant’anni abbia paura di un altro signore di quarant’anni, è una cosa che mi fa girare le palle a elica.

Sono le 10 di lunedì. Buona settimana a tutti.

5 commenti:

topozozo ha detto...

Succede, ci sono persone che ti mettono a disagio pur senza volerlo (si fa per dire). Solitamente sono capi, e ti devono dare ordini, e ti devono giudicare. Succede.

La consolazione a volte c'è: essere presenti quando devono dar conto del loro operato ai rispettivi capi. Allora li vedi piccoli, ansiosi, il sorriso incerto, la voce rotta, l'espressione poco intelligente. Sai che si vendicheranno con te appena potranno. Però la tua piccola soddisfazione ormai l'hai avuta e nessuno te la può più togliere.

giuliana ha detto...

già, non è che non si sia assistito a scene del genere. però sono magre consolazioni...

Lieve ha detto...

Magre?...non so, dipende da quanto si fanno piccoli... o.0

Annachiara ha detto...

Magari è segretamente innamorata...

giuliana ha detto...

@ annachiara: seeeeee......