martedì, novembre 27, 2007

Tu non mi capisci

In ufficio, colleghi al telefono.

Collega A: "Allora, ti ricordi che oggi deve partire la newsletter?"
Collega B: "Domani, non oggi"
Collega A: "No, oggi. Ieri ti ho detto che doveva partire domani, quindi è oggi"
Collega B: "Ma ieri mi hai detto domani"
Collega A: "Sì, ma ieri era ieri e quindi domani è oggi!!!"

Ecco, posso immaginare di impastarmi in un discorso così con mio figlio. Ma se succede in ufficio, così a occhio e croce, mi sa che c'è qualcosa che non va. Nell'aria, magari, o nell'acqua.

8 commenti:

kabalino ha detto...

eh, mi sa di sì...provate a guardare anche nell'impianto di condizionamento...che ne so, pollini, spore particolari...ecco, sì, guardateci...

Annachiara ha detto...

o magari nei cavi del telefono... ;-)

Brigida ha detto...

La collega B è un po' rinco...

MasterMax ha detto...

Alla fine hanno deciso di spedirla domani la newsletter, immagino ;)

giuliana ha detto...

@ kabalino, annachiara: e sì, stiamo guardando un po' dappertutto, ma non si riesce a trovare niente... la ricerca continua

@ brigida: in verità anche la collega A non ci faceva una gran figura :)

@ mastermax: naturalmente. salvo che domani è oggi, e non vorrei che si riverificasse la stessa storia di ieri. se continua la logica del "se ieri ti dico domani, è oggi", può essere che 'sta newsletter non parta neanche per natale

suburbia ha detto...

Bhe bellissima... in questo modo la cara collega B riesce a rimandare tutto.
Se A ha detto domani e' domani! Non fa una piega
ciao

Laura ha detto...

Fantastico !
Ha un qualcosa di surreale che mi ricorda i Monty Phytons :D
Ciao !

PS: se non ti spiace, ti aggiugno ai mio blog.roll.

giuliana ha detto...

@ suburbia: mi sa che l'obiettivo è proprio quello...

@ laura: ovviamente mi fa molto piacere. anch'io dovrei aggiornare il blogroll, in effetti...