giovedì, novembre 11, 2010

Libri: Il primo libro di Una Mamma

More about Il primo libro di una mamma

"Il primo libro di una mamma" nasce dall'esperienza fatta on line dall'autrice con il blog www.unamamma.it e da quella con le sue figlie. Non è la guida della mamma perfetta, ma una voce amica per sentirsi meno sole nelle situazioni che una donna prima o poi affronterà nella vita, nei momenti "cruciali" della crescita del bambino e, di conseguenza, della mamma: dalla ricerca della gravidanza all'adolescenza. È un libro da leggere e consultare nei momenti di necessità, per trovare risposte pratiche e immediate ai singoli problemi, ma soprattutto per ritrovare nelle esperienze di altre mamme le proprie paure e una strada per affrontarle giorno dopo giorno con serenità e allegria.

Giuliana Girino (aka unamamma) è una mia conoscenza della prima ora. Ne ho subito apprezzato la freschezza e la spontaneità con cui racconta le sue cose di mamma e segue le mamme che la seguono. Perché Giuliana "le sue mamme" le segue davvero: dal primo contatto a quando, risolti i problemi, le scrivono per condividere le gioie e le vittorie.

La stessa freschezza, spontaneità, spirito di cura, si trovano nel libro, che forse, nell'ampio panorama dei libri che nascono da blog, è quello che finora è rimasto più fedele al suo formato originale, con pochi interventi di editing e uno sforzo di adattamento al formato che consiste soprattutto nell'inserimento di note che chiariscono il contesto.

Si legge velocemente, e come spesso accade è uno di quei libri che puoi anche non leggere da cima a fondo, limitandoti a cercare le parti che ti interessano.

Per lo più Giuliana dà consigli: alle mamme ansiose, alle mamme depresse, alle mamme felici. Consigli documentati, ma anche dettati dal buon senso - che è quello di cui spesso le mamme hanno più bisogno, quando, travolte dagli eventi enormi che accompagnano una maternità, si ritrovano ad avere difficoltà anche solo a pensare. In quei casi una voce serena come quella di Giuliana è il modo giusto per ricominciare a mettere in fila le cose e trovare il bandolo della matassa.

Da leggere alla bisogna, partendo da quando si inizia a cercare un bambino fino a quando, semplicemente, non ce n'è più bisogno.

2 commenti:

Una Mamma ha detto...

Accidenti, grazie, che belle parole!!! Ho solo temuto quando hai scritto "della prima ora" ... in effetti è molto più elegante di come mi ha presentato un gentile ragazzo della tv: "Ecco Giuliana Girino, mamma attempata"! ... finchè me lo dico da sola va be', ma sentito dire da altri...brrr...che brutta sensazione!!!
Un abbraccio forte a te e a tutte le mamme o aspiranti tali che ti seguono.

giuliana ha detto...

è stato un piacere, Giuliana! e comunque quando parlavo alla prima ora mi riferivo ai blog, mica ad altro :D