martedì, ottobre 09, 2007

Galeotto fu il Maalox

L’altra sera ho avuto una specie di collasso. È andata così. Avevo dei tremendi bruciori di stomaco ai quali avrei voluto stoicamente resistere, ma poi ho ceduto e ho preso un Maalox. Dopo un po’ lo stomaco non mi faceva più male, ma ho iniziato ad avere nausea e brividi, ero fredda come una lastra di marmo e non riuscivo a muovermi né a tenere gli occhi aperti. Poi mi sono addormentata nonostante l’ora (erano le 8 di sera) e al risveglio stavo abbastanza bene.

Non credo sia stata colpa del Maalox. Del resto me lo mangio da così tanti anni che non può avermi tradito così. E poi ho un debito di riconoscenza nei suoi confronti: ha suggellato l’amore tra me e mio marito.

All’inizio della nostra relazione (detta così è piuttosto brutta, ma l’alternativa era “dopo un po’ che stavamo insieme”, che fa troppo ggiovane, e visto che avevamo entrambi passato la trentina non mi sembra il caso) si era verificato un fenomeno notevole: sparita in entrambi la gastrite. Al punto che non sapevamo l’uno della patologia dell’altra. Però una sera – chissà che cos’era successo – Alberto mi fa: “Non è che per caso hai un Maalox?”, e io: “Un Maalox? Sì, dimmi quale preferisci: ho le pastiglie, bianche e gialle, e la sospensione, quale vuoi?”, e intanto spalanco un armadietto dei medicinali per metà monomarca.

Lo sguardo di Alberto si è aperto. La maschera da bruciori di stomaco si è rilassata, la postura è ridiventata normale, spalle giù, posizione eretta, braccia lungo il corpo. E bruciori di stomaco volatilizzati, naturalmente.

Abbiamo brindato con un ricco Maalox in sospensione per festeggiare. Quando si dice anime gemelle.

12 commenti:

Gallinavecchia ha detto...

Il Maalox è sicuramente innocente. Il colpevole in questi casi è spesso il maggiordomo ;-) ma io propenderei per un virus. Ho avuto una storia simile un mesetto fa, tutto scomparso nell'arco di 24 ore.
bacio
Gallina
p.s. che meraviglia il vostro personalissimo brindisi!

Chiara ha detto...

Tu pensa invece che a Mignolo i dolori di panza sono tornati poco dopo che ci siamo messi insieme... non ti dico quanto malignare e ghignare è stato fatto (anche da noi)!

pOpale ha detto...

Un sintomo simili l'ho avuto anche io al ritorno dall'Elba alla fine di Agosto e anche io ho tirato fuori dallo zaino il malox. Ma credo che fosse poca voglia di tornare a casa ;)
Spero tu stia meglio :)

Annachiara ha detto...

Secondo me eri solo stanca morta e hai trovato una scusa per dormire un po' più del solito.... ;-)

LA CONIGLIA ha detto...

Quando c'è amore anche le cose meno romantiche cambiano completamente :) un malox romantico è fantastico :)

giuliana ha detto...

@ gallinavecchia: in effetti è passato tutto, vai a sapere :)

@ chiara: IO non malignerò né ghignerò. capisco e sono solidale

@ annachiara: credo nella malattia come metafora :)

@ la coniglia: a volte ci vuole davvero poco :D

astralla ha detto...

ahahah---come ti capisco! Oeso ed io non riusciamo a prendere qualcosa da soli.. (influenza, raffreddore, ecc...)! Sembra quasi fatto apposta ;)!
E all'inizio dell'amore si vive di endorfine...Forse è per quello che il maloox non serviva! Poi tornato tutto alla normalità rimane l'amore e torna la gastrite ;)!
Un abbracciotto!

Alice. Caterina Narracci ha detto...

bruttissimi i dolori di pancia!
...altro che scusa! ti credo.
catj
P.S. qui è tutto diverso.

Brigida ha detto...

meglio condividere la gastrite che una malattia venerea ;)

topozozo ha detto...

M'è tornata in mente una canzone di Capossela in cui si parla del "Maalox per amico".
Per alcuni versi è in tema.

N.B. "Maalox" è un nome commerciale a cui stai facendo (in)direttamente pubblicità, avresti potuto limitarti a citare il principio attivo (magnesio idrossido, alluminio idrossido) invitando i lettori a fruire di farmaci sì galeotti ma almeno generici/equivalenti ;)

Annachiara ha detto...

Commento OT: ma veramente ti stai organizzando per scendere nella capitale?
Guarda che io ti spio, eh!

giuliana ha detto...

@ astralla: già, è proprio vero :)

@ alice: peggio, i bruciori di stomaco dopo un po' ti riducono a una caccola umana che ha problemi a ricordarsi anche come si chiama...

@ brigida: sono d'accordo. vedi, alle volte, nella sfortuna...

@ topozozo: non la conosco la canzone di capossela, ma allora come minimo vuol dire che non sono la sola a fare pubblicità :) lo so, hai ragione, ma io non ho mica invitato nessuno a unirsi al brindisi!

@ annachiara: sì sì, dobbiamo ancora definire un po' di cose, ma pare a marzo faremo una mostra da voi, e quindi bisognerà che prima veniamo a fare un sopralluogo. in entrambe le occasioni, naturalmente, mi farò viva dal vivo... così sentiamo le voci di tutti :)