martedì, luglio 08, 2008

Fine di un'avventura



Quando ero incinta una delle cose che mi infastidivano di più era l’offerta di abbigliamento premaman. Per qualche incomprensibile motivo, le aspiranti mamme dovevano avvolgersi in stupide tuniche con orsetti e scritte idiote (tipo la freccia sulla pancia che dice: “Io sono qui”), salopette che ti fanno il culone, o, nelle derive etiche, caftani etnici grandi come tendoni da circo o sconce gonnelline che lasciano il pancione di fuori. Da vomitare. E allora pensavo che bisognava fare qualcosa, con una certa urgenza.



Al ritorno al lavoro ne parlai a una delle colleghe con cui avevamo messo in piedi il nido aziendale. Da semplice chiacchiera diventò qualcos’altro, ma con alcune varianti. Avremmo vestito anche le donne incinte, ma non solo. E dovevamo differenziarci. Così è nato Pretaportart: tre soci (io, la Simo, mio marito), una collezione di pezzi unici, una piccola serie di multipli d’artista, due mostre. E anche un anno di lavoro dopo il lavoro in ufficio, incontri con gli artisti, eventi, ricerche di materiale, e poi di nuovo lavoro, lavoro e lavoro. Coinvolgendo una serie di persone eccezionali: mia madre, che ha rimesso in piedi il suo laboratorio, mia sorella per il supporto su tutta la linea, Valeria per l’ufficio stampa, Laila per le foto, Paola per il catering…



Ieri sera c’è stata l’ultima riunione del nostro originale consiglio d’amministrazione, per chiudere i conti e smaltire le ultime cose. C’è voluto del vino, e, finito quello, del gin tonic. Perché non ci andava giù. A nessuno dei tre.





Oggi ho portato in ufficio un po’ delle cose rimaste, ma faccio fatica a fare la venditrice entusiasta. Il fatto è che ho un lutto da elaborare, per quanto colorato sia.











9 commenti:

thecatisonthetable ha detto...

La gonna impacchettata è splendida.

Quella "cosa" giraffata pure di più.

In vendita, ho capito bene?!

Però se si parla di incintitudine mi sa che sono fuori luogo... Se è un progetto futuro, vale uguale?!

;-)

copyman ha detto...

Porcaccia d'una miseria! Non ti avevo più chiesto nulla, però ora che ho letto mi viene voglia di prendermi una sbronza triste.
Continuo a pensare che fosse un'idea brillante, una nicchia di mercato da dissodare, ma promettente. Immagino che voglia possa avere di liquidare gli ultimi scampoli di un sogno.

giuliana ha detto...

@thecatisonthetable: alla fine sono cose che si possono indossare anche se si è incinte, ma sono per tutti, perciò se ti interessa... sei a milano o dintorni?

@copyman: oh, copy, so che tu mi puoi capire. che tristezza! purtroppo per dissodare servivano un sacco di soldi, e perchè no, anche di relazioni in due settori - arte e moda - veramente difficili. certo, se saltasse fuori l'occasione giusta, si potrebbe sempre rimettere tutto in disucssione, ma ci conto poco :(

thecatisonthetable ha detto...

Beh... se circa 150km si possono considerare dintorni...

Tra l'altro, ho scuriosato nel sito... belle borse, belli gli abiti, belle le gonne impacchettate, adorabili i kimono con le applicazioni in pannolenci, bello proprio tutto...

Magari, se ti va, puoi mandarmi qualche prezzo via mail... che avanzo ancora un regalo di Natale, e fra poco rilancio pure con il compleanno, e qui non sanno che regalarmi... ;-)

ziomau ha detto...

Dispiace veder finire così un bel progetto nel quale si è creduto :(
Temo che anche l'entusiasmo abbia subito un brutto colpo, ma magari tornerà in tempo per lanciarsi nella prossima avventura! ;)

giuliana ha detto...

@thecatisonthetable: ti mando una mail!

@ziomau: per fortuna la follia non ci manca, quindi prima o poi qualcos'altro salterà fuori. e speriamo che sia la volta buona!

MIT-Ile ha detto...

mi spiace che l'avventura sia finita....

Maurice ha detto...

Se dico che ti capisco perfettamente, ti serve a qualcosa? No, allora non lo dico.
Ma mi ha colpito molto la tua capacità di partorire idee nuove e di coinvolgere gli altri nel tuo progetto: brava, ti invidio molto, e ricorda che perdere una battaglia non è perdere la guerra (ma lo sapevi già).

irene ha detto...

non riesco a crederci. arrivai sul vostro (ex?)sito quando seppi della morte del Prof. Bad Trip e rimasi incantata da questi pezzi.
posso chiederti di mandarmi, se credi, via email, le eventuali ultime disponibilità e gli eventuali prezzi?

non immagini nemmeno quanto tempo è che ci sto pensando. ma a volte la vita...

lapecorastanca@gmail.com

grazie!

www.lapecorastanca.splinder.com