lunedì, luglio 28, 2008

Vivere pericolosamente

Problema
Devo andare a Potenza il prossimo week end, ma naturalmente ormai non c'è posto su nessun mezzo conosciuto. Che tradotto significa:

1) pullman - il mezzo ideale, ci sono almeno tre autolinee che fanno la linea Milano-Potenza e ritorno, sia di giorno che di notte. Il vantaggio impagabile è che non ci sono cambi da fare, sali a Milano e scendi a Potenza, e viceversa, ma ti ci vogliono 12-13 ore come minimo, e all'arrivo tendi a sentirti un po' anchilosata;
2) treno - il più ecologico, ma privo di senso ai fini della praticità: si cambia a Foggia o a Roma, in orari assurdi e con coincidenze o troppo vicine (tipo 10 minuti, che sono più le volte che la manchi che quelle che riesci a prenderla) o troppo lontane (un paio di ore); da Foggia a Potenza, inoltre, ci sono 100 km, percorsi da una sudicia littorina diesel in due ore e mezza. Tempo totale impiegato con questo mezzo, a prescindere dalla linea: da 9 a 13 ore;
3) aereo - volando su Napoli o Bari, poi rimangono 200 km da affrontare, anche in questo caso con pullman o treni che portano il tempo totale Milano-Potenza a un minimo di 8 ore.

Opportunità
Il 2 agosto apre l'aeroporto di Salerno. Lo scopro per caso da mia sorella, ma insomma c'è una tratta anche per Milano. E il biglietto costa intorno ai 60 €. Pare, così dice la pubblicità, che peraltro qui a Miilano non si è vista. Il vantaggio, impagabile, è che dall'aeroporto a casa mia ci sono 40 minuti di strada (magari un po' di più visto che c'è un ponte chiuso, ma insomma, sempre meglio delle 2 ore di base da Napoli).

Dalla corriera all'aereo
Mi informo su Internet. Il sito dell'aeroporto di Salerno non mi dice niente, ma trovo il sito di Volasalerno, che a quanto pare è la compagnia che vola su questo aeroporto. E che, manco a dirlo, non è una low cost, ed è sconosciuta. In compenso scopro che il mio sarà il primo volo ad atterrare a Salerno. Bene.
Mi confronto (1) con i miei colleghi ("lo prendereste il primo volo di una compagnia che atterra in un aeroporto al suo primo giorno di vita?"). I commenti vanno da un apocalittico "Anno bisesto, anno funesto" a un professionale "Uau! Tu sì che sei una early adopter!". Sapevo già di volerlo fare, ma sento che farò questo volo.
Mi confronto (2) con il forum di Lucania Lab: magari qualcuno ne sa qualcosa. No, a quanto pare nessuno ne sa niente, ma Elena mi incoraggia. Al ritorno da pranzo, come prima cosa faccio il mio biglietto (da un sito a sua volta sconosciuto, Flightonline). Il dado è tratto.

La promessa
Ci sarà un reportage di questo volo. Su Lucania Lab, ma anche qui.

Ditemi in bocca al lupo!

8 commenti:

ziomau ha detto...

Pronti: in bocca al lupo!

Ah, assicurati che l'apparecchio abbia già il firmware 2.0... :D

giuliana ha detto...

macchè, sarà già tanto se ci sarà un sedile per passeggero :D

copyman ha detto...

Wow, Giuliana in versione Lindbergh!

Beh, carissima, bisogna fare di necessità virtù, dato che addavenì il teletrasporto stile Star Trek e - a quanto dicono - non basta avere uno spirito libero degno del Gabbiano Jonathan Livingstone.

Maurice ha detto...

Vai e torna che devi raccontarci tutto. Buon viaggio!

Labelladdormentata ha detto...

Buon viaggio! Spero ti sia allenata a sbattere le braccia come alucce! :-)))

Elena ha detto...

si dice "Buon volo!" :)

Elena ha detto...

e il racconto? ;)

itmom ha detto...

in bocca al lupo!!!!!