lunedì, novembre 17, 2008

Tre rughe

Mi guardo allo specchio. Sono un po' annebbiata. Non ho ancora preso il caffé. Ed è lunedì.

Nello specchio ci sono tre rughe, giusto all'altezza della mia fronte. Due sono un po' sopra le sopracciglia, una è al centro, più in alto.

Sono sottili, eh?

La prima cosa che penso è: licenzierò la donna delle pulizie. Mica si possono lasciare delle rughe nello specchio e passarla liscia.

Un po' più serena esco dal bagno e vado a sistemare le cose di Gabriele.

Saluto i maschi, che se ne vanno di corsa lasciando dietro di sé una scia di distruzione che neanche Beirut ai tempi d'oro.

Torno allo specchio. Anch'io dovrei essere già in metrò, a quest'ora, ma non riesco a staccarmi dalla contemplazione delle tre rughe. Ma come può essere successo? Quando? Durante la notte, così, approfittando di un momento di distrazione? Saranno rughe d'espressione? Sì, dai, sono rughe d'espressione... Espressione un cavolo ("mamma, non si dice cavolo!" "hai ragione, non si dice, ma allora come si dice?" "si dice: accipicchia!"), espressione un accipicchia: queste so' rughe. Di età. Di anni. Non so come si dice.

Leggere leggere, eh? che quella più piccola neanche si vede se non ad un attento esame di quei centimetri quadrati, e le due più impertinenti verranno via facile con il fondo tinta. Ma è quello che ti comunicano, il problema.

Ecco, di quello che mi comunicano mi preoccuperò un altro giorno, però, visto che è lunedì e c'è il sole.

9 commenti:

Imperativi simultanei ha detto...

"Salve, sono la ruga posizionata a sinistra (ma non sono una fannullona!). Tranquilla... comunico semplicemente che hai guadagnato un bonus per l'esperienza e la saggezza!
Come puoi vedere, posso essere considerata anche essere un premio!"
Un imperativo (e cor-rugato!) saluto. Donato

Alice. Caterina Narracci ha detto...

cremine su cremine.
;-)

copyman ha detto...

Quando ho letto la tua prima riflessione sulle "3 rughe 3" avrei voluto che ci fosse uno scroscio di applausi da far tremare il Metropolitan di NYC.

Antonio LdF ha detto...

Dai dai che non è nulla, anche se lo so che è una brutta botta.
A me al salone del motociclo non piacevano più le moto sportive, ma quelle comode quindi fa tu...altro che rughe!
:-S

giuliana ha detto...

@ ruga sinistra: ma quale premio, preferivo senza lo stesso. nei maschietti le rughe fanno fascino, nelle femminucce fanno solo età ;)

@ alice: infatti. ma stamattina non ho trovato il filler comprato preventivamente in tempi non sospetti

@ copy: ah, ma mi sentirà, eccome se mi sentirà!

@ antonio: beddazzu miu, tu si' guaglione :D

Miriam ha detto...

Non preoccuparti! Sarà una scusa in più per spendere in profumeria! Io mi sono consolata così.. :)

giuliana ha detto...

ti confesserò una cosa: non ne sentivo il bisogno. sono talmente pigra che anche solo mettermi la crema idratante o struccarmi la sera sono operazioni titaniche, per me.

Miriam ha detto...

Meglio! Io sono molto a periodi nella cura di me stessa. A volte faccio scadere le cose e a volte nn mi bastano ;)
Ma penso anche che se ti curi il minimo indispensabile vuol dire che in fondo non ne hai bisogno ;)
Che per caso mamma giuliana oltre ad essere intelligente è anche carina? :D

Buona giornata!

Miriam

Annachiara ha detto...

Dai che tanto per ora di ricominciare a cuccare non se ne parla. Quindi chette frega di tre rughette!