venerdì, febbraio 11, 2011

Se non ora quando

Domenica sarò in piazza.

Perché sono genitore di un figlio, maschio, e un giorno sarò chiamata a rendere conto – alla società – dell’educazione che gli avrò impartito. E come farò a fargli capire il valore di una donna, se l’Italia che è fuori da casa mia gli propone questo?



Domenica sarò in piazza.

Perché quando è nato mio figlio sono stata punita, e non voglio che lo stesso succeda un giorno anche alla compagna di mio figlio.



Domenica sarò in piazza.

Perché quando stamattina ho chiesto alla signora del bar come mai non avesse mai le mie sigarette, lei mi ha risposto che le prenderebbe volentieri se potesse pagarle, ed ha aggiunto: “Io per andare ad Arcore sono un po’ passatella”.



Domenica sarò in piazza.

Perché la mia vita è piena di donne e nessuna di loro va al lavoro con un costume da infermiera nella borsa. Ed è piena anche di uomini, e nessuno di loro si circonda di finte infermiere per trascorrere le sue serate. E allora non capisco perché serva un costume da infermiera per arrivare in Parlamento.





Domenica sarò in piazza. Se non ora, quando?

Tutte le altre ragioni per le quali domenica sarò in piazza sono qui, qui, qui, qui, qui, qui, e insomma un po' dappertutto in questo blog.

Quelle per le quali mi piacerebbe incontrare anche voi, invece, sono qui.

5 commenti:

lorenza ha detto...

Pure io, anche se arriverò sicuramente in ritardo, come al solito.

emanuela ha detto...

Anch'io ci sarò e se il figlio non avesse l'esame di analisi 1 lunedì 14, verrebbe con me :).

pollywantsacracker ha detto...

ci sarò anch'io, anche se in un'altra piazza!

fabdo ha detto...

magari poterci essere! :(

CosmicMummy ha detto...

io ci sarò... non si può perdere un'occasione come questa... facciamoci sentire!